Betta splendens

Marco Ferrara

Dal lontano 1978 coltivo la passione per l'acquariofilia e dal 2005 insieme a degli amici abbiamo deciso di mettere su un portale con tante informazioni mettendo a disposizione la nostra esperienza.Ho allevato e riprodotto tantissime specie di fauna dai ciclidi ai poecilidi,ultimamente la mia attenzione è rivolta agli anabantidi nello specie betta splendens ,allevo anche varie specie di caridine e gli immancabili scalari.Ho una particolare attrazione per le piante coltivando anche delle essenze rare con splendidi risultati. Le mie ottime conquiste e risultati sono frutto di prove,letture e anche dell'aiuto di altri amici che hanno condiviso con me le proprie esperienze cosa che io da tempo ho deciso di fare con chi ne ha bisogno.......

Potrebbero interessarti anche...

5 risposte

  1. Dans4610 ha detto:

    Salve,

    Avrei bisogno di un aiuto per capire se l’esemplare che ho preso di Betta Splendens sia un maschio o una femmina. Il negoziante mi ha detto maschio ed effettivamente vedo che crea in superficie dei piccoli agglomerati di bollicine (nonostante sia solo nella vasca senza femmine ne altri esemplari), però inizio ad avere qualche dubbio anche perché da quando l’ho preso ha cambiato totalmente colore, passando da bianco con qualche macchietta blu a completamente blu (se riesco le allego le foto) e ho letto che questo accade nelle femmine ( anche se ovviamente internet non è un posto dove prendere tutto come oro colato). Io ho già avuto tanti anni addietro un esemplare di Betta ma era completamente diverso da questo che ho ora, perché era proprio il classico blu con la coda bella lunga, lui invece è proprio diverso.
    In più mentre ci sono, volevo sapere se eventualmente (sia che sia maschio sia che sia femmina) prendere in considerazione l’idea di affiancargli degli altri pesci, non per forza della stessa specie. Ho un acquario da 30l, in teoria fino a tre esemplari può contenerli, oppure meglio di no?

    Spero mi possa aiutare,
    La ringrazio in anticipo.

    Saluti

  2. Marco Ferrara ha detto:

    Dans grazie per il commento e per questo ti esorto ad aprire un post tutto tuo nel nostro forum oppure nel nostro gruppo facebook dove sarà molto piu’ semplice e completo seguirti passo passo alla risoluzione dei tuoi dubbi .

    Grazie per averci contattato

  3. Nicole ha detto:

    Buongiorno, mi chiamo Nicole e avrei bisogno di una informazione, ho il mio betta da più o meno 8 mesi ed è sempre stato molto bene in una boccia da 12 L poi essendo che era piccola per lui e che si è rotta ho preso un acquario da 20/21 L, dopo averlo messo in questo acquario si comportava sempre normalmente, dopo una settimana circa ho comprato degli arredi, una pianta e 6 rasbore compatibili con lui, da quando ho preso questi pesciolini l’acqua era molto più sporca e così ho deciso di mettere il filtro, il betta non era abituato al filtro ma andava comunque tutto bene, una mattina l’ho trovato con uno squarcio sulla livrea caudale (se possibile invio foto, ora non so come fare essendo nuova) dopo di questo ha iniziato a non mangiare ed essere molto più mogio, non riusciva neanche a tenere l’equilibrio avendo quello squarcio che lo destabilizzava totalmente.
    Durante il weekend lo abbiamo isolato dalle altre rasbore e gli abbiamo fatto qualche bagno di sale avendo paura fosse micosi e comunque per disinfettare la ferita. Tutt’ora è ancora isolato in una vaschetta più piccola e finalmente oggi ha mangiato per la prima volta e sembra muoversi e aver ripreso le forze anche essendo ancora un po’ destabilizzato.
    La domanda che volevo fare è come potrebbe essersi fatto la ferita (io come arredi ho una pianta su un cocco, una piccola anfora è un veliero ma senza vele solo con i pali) o potrebbe essere micosi dovuta all’arrivo dei suoi nuovi inquilini? In ogni caso oltre ai bagni di sale dovrei applicare un antibatterico in acqua o fare qualcosa di specifico?! Grazie mille dell’aiuto e buona giornata

    • Marco Ferrara ha detto:

      iscriviti al nostro gruppo facebook si chiama “acquariofili.com” cosi’ possiamo vedere le foto e indicarti meglio
      grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore . Cookie policy