Hygrophila sp Araguaia

Nome scientifico: Hygrophila sp Araguaia

Genere: Hygrophila

Famiglia: Polypodiaceae

Luogo di provenienza: Sud-Est asiatico , America

Dimensioni: Altezza 15-40cm Larghezza 10-20cm

Temperatura: 22 – 28°C

Ph: 6 – 7

Luce: Alta

Posizione: Centrale o laterale

Crescita: Media

Difficoltà: Media

Note: La Hygrophila sp Araguaia è una pianta fantastica , si presenta con una struttura a stelo strisciante con una lamina fogliare molto coriacea e resistente  di un bellissimo verde/brunastro.

Questa pianta prende il nome dal fiume araguaia in brasile seppure molto diffusa anche in Asia sempre in forma paludosa. Nota anche come hygrophila lancea.

Pianta non molto diffusa in acquariofilia per la sua scarsa reperibilità in commercio. Per coltivarla al meglio basta fornire i giusti nutrienti che la pianta si sviluppa sana e rigogliosa , molto sana e rigogliosa. Un ruolo fondamentale lo occupa la luce che deve essere intensa.

Ha un apparato radicale abbastanza imponente infatti si consiglia di inserire almeno 8cm di fondo ovviamente ben arricchito di nutrienti.

Si consiglia di gestire questa pianta con attente e mirate potature perchè la sue crescita è imponente dando un tocco di eleganza alla vasca.

Non è molto utilizzata dagli acquascaper per via della scarsa reperibilità in commercio ma quando è inserita viene utilizzata per coprire arredi o per spezzare la linea di forme e colori che si realizzano.

La Hygrophila sp Araguaia emette molti getti laterali che possono essere staccati e ripiantati perchè rappresentano delle piantine autosufficienti.

Non si conoscono fini officinali per questa pianta

Riproduzione: Per stolonatura

Author: Marco Ferrara

Dal lontano 1978 coltivo la passione per l'acquariofilia e dal 2005 insieme a degli amici abbiamo deciso di mettere su un portale con tante informazioni mettendo a disposizione la nostra esperienza. Ho allevato e riprodotto tantissime specie di fauna dai ciclidi ai poecilidi,ultimamente la mia attenzione è rivolta agli anabantidi nello specie betta splendens ,allevo anche varie specie di caridine e gli immancabili scalari. Ho una particolare attrazione per le piante coltivando anche delle essenze rare con splendidi risultati. Le mie ottime conquiste e risultati sono frutto di prove,letture e anche dell'aiuto di altri amici che hanno condiviso con me le proprie esperienze cosa che io da tempo ho deciso di fare con chi ne ha bisogno.......